Interessante Sentenza, emessa dal Collegio del Tribunale di Salerno

01 giugno 2016

Interessante Sentenza, emessa dal Collegio del Tribunale di Salerno, in sede di reclamo avverso rigetto di istanza di sospensione di un atto di precetto, nella quale è stato ritenuto che il Giudice dell'Opposizione a Precetto, fermo restando che la cognizione, in sede di opposizione ex art. 615 c.p.c., è limitata esclusivamente all'accertamento del titolo esecutivo già formatosi e degli eventuali fatti successivi alla formazione dello stesso, può in ogni caso INTERPRETARE il titolo esecutivo, individuandone la PORTATA PRECETTIVA sulla base delle statuizioni in esse contenute, per stabilire la correttezza delle pretese esecutive rispetto al titolo.

Pertanto, accogliendo il reclamo, il Collegio ha correttamente ritenuto che, ai sensi dell'art. 1299 c.c., il debitore in solido (nel caso di specie, un socio di una s.n.c.) che ha pagano l'intero debito (nei confronti di un terzo creditore della società, n.d.r.), può ripetere dagli altri condebitori (nel caso, dagli altri soci) soltanto la parte, quindi PRO QUOTA, di ciascuno di essi.

Download file

Archivio news

 

News dello studio

giu1

01/06/2016

Interessante Sentenza, emessa dal Collegio del Tribunale di Salerno

Interessante Sentenza, emessa dal Collegio del Tribunale di Salerno, in sede di reclamo avverso rigetto di istanza di sospensione di un atto di precetto, nella quale è stato ritenuto che il Giudice